27 aprile 2012

Le mie ricette - Caprese di bufala in crosta


Se ieri siete stati attenti, dovreste aver letto della mia crisi di astinenza dai sapori mediterranei, dovuta ad uno splendido e speziato viaggio ad Istanbul, che se da un lato mi ha arricchito culturalmente, dall'altro ha messo a dura prova gli omini dello stomaco, che hanno dovuto lavorare sotto gli effluvi di un diluvio di spezie, buone ma stordenti.

Il rientro romano, quindi, è stato coronato, ancor prima che dallo svuotamento delle valigie, da una terapia d'impatto, per ridurre quel retrogusto speziato che ancora aleggiava in ogni cellula del mio corpo. Questa operazione, direi più clinica che gastonomica, ha prodotto questa ricetta.

Ora, però, caso (o fine strategia) ha voluto che mi fosse avanzata un bel pezzo di mozzarella di bufala, che non appena tornato a casa, ha cominciato ad implorarmi di non essere lasciata sola e di poter assolvere al proprio dovere, per cui, per solo spirito caritatevole, ho dovuto giocoforza inventarmi qualcosa...

Ingredienti
  1. Mozzarella di bufala
  2. Pomodori dolci e maturi
  3. Qualche foglia di basilico
  4. Pasta sfoglia (va benisismo quella già pronta, considerando che con un rotolo dovreste riuscire a farci 3 saccottini)
  5. Un tuorlo d'uovo
Anche in questo caso, la preparazione è velocissima.

Tagliate a fette spesse la mozzarella di bufala (lo spessore lo scegliete voi, ma cercate di stare tra il centimetro e il centimetro e mezzo) e lasciate le fette su un tagliere inclinato in modo che possano perdere un po' del loro siero (una mezz'oretta va bene).

Tagliate i pomodori a fette, questa volta più sottili. Scegliete pomodori dolci, come ad esempio la varietà Camone.

Stendete la sfoglia, poggiate su di essa una fetta di mozzarella, coprite la mozzarella con le fette di pomodoro, mettete una foglia di basilico sul tutto e, infine, tagliate la sfoglia in modo che sia possibile, ripiegandola, sigillare completamente il tutto (terza foto).

Ripiegate per primi i bordi lunghi sopra il ripieno, facendoli aderire tra di loro, e poi ripegate quelli sui lati corti, in modo che vadano a coprire il tutto. Con le dita "saldate" alla perfezione tutta la sfoglia, eliminando pieghe,ed eventuali fessure (la mozzarella ha una innata capacità ad insinuarsi nelle più piccole fessure, cosa che provocherebbe la sua fuoriuscita nel momento della cottura).

Lo ripeto, siate fastidiosamente perfezionisti, e controllate per benino tutta la sfoglia prima di passare al saccottino successivo.

Con la pasta sfoglia avanzata, se volete, fateci qualche decorazione.

Mettete i saccottini su una teglia antiaderente e, usando il tuorlo d'uovo ed un pennellino (se non lo avete, vanno bene le dita) spennellate la sfoglia, su tutti i lati, evitando che rimangano zone non coperte dall'uovo

Infornate a 220° per 15-20 minuti e comunque fino a doratura.

Spegente, togliete dal forno, fate riposare per una decina di minuti e servite.

Nessun commento:

Posta un commento