26 marzo 2022

The Fish Butcher - Anche nel preparare il pesce si può uscire fuori dagli schemi

Chi ama Romolo al porto, sa che il loro motto è MAI DOMI e la recente apertura di The Fish Butcher è la conferma che i motti hanno senso quando, oltre a essere enunciati, sono anche praticati…

La scommessa non è una di quelle facili a vincersi, soprattutto in un luogo di mare dove il pesce è non solo tradizione, ma anche consuetudine (e questa non è sempre e necessariamente una cosa positiva), per cui immaginare, progettare aprire un locale dove il pesce è, sì freschissimo, ma lavorato in modo nuovo e forse inusuale, poteva sembrare un azzardo.

Frollatura, maturazione, marinatura a secco sono concetti che abbiamo imparato ad associare alla carne - e siamo comunque ancora agli inizi - ma Umberto, Walter e Marco ci hanno dimostrato, inequivocabilmente e citando Frankenstein Junior, che “SI-PUO’-FARE!”, anche con il pesce.

Tecniche così particolari sono naturalmente aiutate e supportata dalla tecnologia, preziosa alleata di nuovi modi di trattare la materia prima, in grado di controllare in modo costante temperatura, umidità e PH, così che il pesce possa essere “trasformato” senza alcun rischio per la saluto e preservando tutte le caratteristiche organolettiche.