background img

I post più recenti

Le mie ricette - Medaglione di tonno alle nocciole, con profumo di limone


Ricetta super veloce. Dal frigorifero ai succhi gastrici in meno di 10 minuti

Ingredienti
  1. Una fetta di filetto di tonno
  2. 2 o 3 cucchiai di nocciole già tritate
  3. Olio extra-vergine d'oliva
  4. Un po' di scorza di limone
  5. Sale e pepe
Per il tonno, ricordatevi che deve essere freschissimo e, come già detto da qualche altra parte, evitate quello che ha un colore rosso accesso (purtroppo, oramai, colorano anche il pesce...). Il suo colore naturale è un roso scuro, direi granata.

Fatevi tagliare le fette ad uno spessore di un paio di centimetri scarsi (oppure prendete un pezzo intero e tagliatelo voi a casa).

Per le nocciole vi consiglio di prendere quelle già tritate, sia perché fate prima, ma anche perché, per quanto la vostra attrezzatura casalinga sia raffinata, difficilmente riuscirete ad avere un risultato così regolare.

Passate il tonno, su tutti i suoi lati, nelle nocciole, premendo in modo che queste aderiscano bene alla superficie.

Prendete un padellino anti-aderente, versateci due o tre cucchiai di olio extra-vergine e qualche strisciolina fatta con la scorzetta di limone, e mettetelo sul fuoco a fiamma media. Quando l'olio è caldo, togliete il limone e mettete nella padella il tonno (con delicatezza, per evitare che le nocciole si stacchino).

Fate cuocere per qualche minuto (tenete presente che, a cottura ultimata, il cuore del medaglione di tonno deve risultare ancora rosso, per cui il momento di girare il medaglione nella padella è quando, guardando il medaglione sui lati, la cottura è ad un paio di millimetri dal punto centrale del lato del medaglione - spero sia chiaro...).

Girate il medaglione (sempre con molta delicatezza, per via delle nocciole) , salatelo sul lato appena cotto e fatelo cuocere dall'altro secondo quanto detto sopra. Girate un ultima volta, salate e spegnete il fuoco.

Impiattate, versate sul medaglione un filo d'olio extra-vergine, una piccola macinata di pepe e guarnite con qualche scorzetta di limone.

Portate in tavola, pronti e via...

0 commenti :

Posta un commento

Segui il Blog via eMail

Translate

Informazioni personali

Le mie foto

53 anni, sposato con due figli.

Lavoro per vivere e vivo per cucinare, almeno in questa fase della mia vita, dato che sono soggetto a passioni travolgenti e di non troppo lunga durata.

Mi piace cucinare e mi piace raccontare come cucino. La descrizione di un piatto, la sua preparazione, hanno per me la stessa importanza del piatto stesso.

Sono per una cucina "istintiva" e non troppo ragionata. Una cucina più di cuore che di testa, che mi porta a sperimentare, ovviamente con risultati non sempre felici.

Sono un autodidatta e non ho frequentato che due o tre corsi amatoriali, più per curiosità che altro. Questo non vuol dire che ritenga i corsi di poco valore; al contrario, solo che il lavoro non mi lascia il tempo che vorrei. 

La cucina è la mia vita ? Non saprei, sicuramente è una sua parte importante, ma non ho idea se ciò che oggi è, domani sarà.

Google+ Followers