2 agosto 2012

Le mie ricette - Peperoni tondi ripieni con riso, acciughe, capperi e pomodoro


Sempre i peperoni e, oramai, potrei dire sempre tondi, dato che questa varietà la adoro particolarmente e, avendo un periodo di vita brevissimo, che dura circa un mese, quando li trovo – e non è facile – non me li lascio certo scappare.

Per il ripieno mi sono ispirato al piatto estivo per antonomasia, che non manca mai nelle rosticcerie e che spesso accompagna pic-nic e scampagnate, marine o montane che siano.

Si, avete indovinato, il pomodoro col riso, che qui si trasmuta nel peperone, che con lui condivide forma e colore, ma che, rispetto al pomodoro, ha un sapore più presente e deciso.

Ingredienti  (per 6 persone)
  1. Sei peperoni tondi
  2. Una cipolla di Tropea non troppo grande
  3. Dieci cucchiai di riso (preferite quello per insalate)
  4. Un paio di pomodori belli rossi e sugosi (perfetto il casalino)
  5. Dieci filetti di acciughe
  6. Un paio di cucchiari di capperi sotto sale
  7. Basilico ed origano freschi
  8. Olio extra-vergine di oliva
  9. Sale e pepe

Per prima cosa pulite i peperoni, facendo un incisione, con un coltello bello affilato, tutto intorno al picciuolo, in modo da rimuoverlo come fosse un tappo, al quale toglierete la parte bianca ed i semi e terrete da parte.

Sempre aiutandovi con il coltellino, e facendo molta attenzione a non forare il peperone, eliminate le coste interne ed i semi.

Salate leggermente i peperoni al loro interno e metteteli da parte.

Prendete i capperi, lavateli per eliminare il sale, asciugateli  e tritateli grossolanamente con il coltello.

Tritate grossolanamente anche le acciughe e le erbette.

Pulite la cipolla di Tropea, eliminando lo strato più esterno, poi tagliatela prima a fettine piuttosto sottili – circa tre millimetri di spessore – e poi ciascuna fettina, prima in senso verticale e poi orizzontale, in modo, per capirci, da ottenere dei piccoli dadini, che ovviamente non saranno esattamente tali, dato che i vari anelli che li compongono si separeranno.

Prendete una terrina, metteteci il riso, i capperi, le acciughe, i dadini di cipolla, le erbette e aggiungete due o tre cucchiai di olio-extravergine.

Prendete poi i pomodori, eliminate le eventuali parti dure, tagliateli in grossi pezzi e metteteli nel mixer. Fate andare alla massima velocità in modo da ridurli in polpa.

Versate il pomodoro nella terrina con il riso e mescolate per benino e, alla fine, regolate di sale e date una generosa macinata di pepe.

Sulla quantità di pomodoro da aggiungere regolatevi anche ad occhio, tenendo presente che il riso assorbirà parecchio liquido durante la cottura (se siete esperti nella preparazione dei pomodori col riso, saprete regolarvi alla perfezione).

Aiutandovi con un cucchiaino, riempite i peperoni con il ripieno, avendo l’accortezza di non superare i due terzi del volume interno, in modo da poter contenere la crescita del riso durante la cottura.

Prendete una teglia da forno, ungetela e disponeteci i peperoni.

Accoppiate ogni tappo al suo peperone, cosa che, se siete maniaci della perfezione, potrà richiedervi un bel po’ di tempo, date una salata in superficie e fate un ultimo giro d’olio su tutti i peperoni.

Infornate a 180° per circa un’ora e un quarto. Se siete stati precisi, vedrete che il riso, a fine cottura, sarà arrivato a livello del tappo di ogni peperone.

Spegnete e fate riposare, considerando che, come i pomodori col riso, anche questi vanno mangiati a temperatura ambiente.

Impiattate e servite o, se volete, e qui siete autorizzati per proprietà transitiva, portateveli in spiaggia per il pranzetto, ingannando i vostri vicini antipatici di ombrellone, che esclameranno “ah, il classico pomodoro col riso !”, esclamazione alla quale voi potrete rispondere, con fare altezzoso, “manco per il ciufolo, questi sono peperoni tondi ripieni con riso, acciughe, capperi e pomodoro !”.

Nessun commento:

Posta un commento